Severini (Raisport): "Giro della Campania in Rosa è occasione unica per ciclismo femminile"

Un'occasione unica per il boom del ciclismo femminile nel Mezzogiorno. Ottantacinque chilometri di calore e speranza. Piergiorgio Severini è la voce per eccellenza del ciclismo femminile, raccontato ogni anno in telecronaca al Giro d'Italia e nelle principali competizioni firmate da Raisport. Secondo il giornalista l'iniziativa di portare il ciclismo in rosa che conta in Campania, con il Giro della Campania in Rosa, il 22 marzo tra Napoli e Caserta, va apprezzata, cerchiata con i colori più intensi. E va sostenuta dall'intero movimento ciclistico. Con il Sud che può partire da questo tipo di gare per aggrapparsi al trend positivo italiano delle due ruote al femminile. “Ricordo con tanto piacere i tre giorni vissuti lo scorso anno a Caserta, all'avvio del Giro d'Italia con il cronoprologo– spiega il telecronista Rai -, ho riscontrato un calore, una partecipazione emotiva, contrariamente a quanto mi era stato detto, che poi non ho ritrovato in alcune tappe del Centro oppure al Nord. Eppoi Caserta non la conosciamo certo oggi, è una città bellissima, so che il percorso incontrerà la provincia, sarà una festa dello sport. Il Sud è pronto per un ciclismo femminile di elite, anche se la situazione economica generale spesso blocca sul nascere nuove idee. Il Giro di Campania in Rosa può diventare la corsa guida delle due ruote al Sud”.